User Tag List

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 20 di 20
Like Tree25Likes

Discussione: Nano clapton-coils per tiro di guancia

  1. #11
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    130
    Mentioned
    31 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Ok, qualcuno di voi mi aveva chiesto le foto ed io le avevo promesse quindi avevo chiesto ad un amico fotografo professionista se poteva darmi una mano. Se si hanno le mani impegnate a lavorare non è possibile fare contemporaneamente delle foto, sono necessarie due persone.

    Il mio amico s'è presentato ieri con una attrezzatura professionale semplicemente impressionante per me che sono un profano del settore. Ma è un fumatore incallito che non sono mai riuscito a convertire allo svapo. Quando gli ho spiegato cosa stavo per fare non ha capito molto perchè mi ha detto "azz, non credevo che per smettere di fumare servisse un Black&Decker.."

    Cominciamo allora.

    Per prima cosa questo è l'armamentario necessario per costruire del "nano clapton wire":



    come vedete è compreso un attrezzo ad alta tecnologia: una molletta da bucato. E' opzionale, si può fare anche senza ma si è dimostrata molto molto utile quindi io la consiglio. Non è una molletta e basta, è una molletta "moddata" come vedete in questa foto:



    si, in pratica dovete fare su una delle facce una semplice croce con un taglierino o un cacciavitino..

    A questo punto cominciamo il nostro lavoro. Poggiate il trapano su un libro (libro e molletta, clapton perfetta). Scegliete il filo che farà da anima della clapton e tagliatene uno spezzone di 20-30 cm. Nel mio caso ho usato un filo da 0.25 mm:



    piegate una estremità del filo ad L ed inseritela nel mandrino del trapano:



    serrate il mandrino facendo attenzione che il filo esca dal centro del mandrino stesso:



    Prendete ora l'altra estremità del filo con la pinza e attivate il trapano per qualche secondo:



    in questo modo il filo ritorcendosi su se stesso diventa semi-rigido. Come vedete nella foto seguente il filo ha perso l'effetto molla ed ora sta dritto da solo:



    Scegliete adesso il filo che dovrà attorcigliarsi a spirale intorno all'anima della clapton cioè il filo secondario. Per filo secondario io ho scelto in questo caso quello da 0.15 mm quindi lo ho fissato intorno alla L precedentemente fatta nel filo principale:



    si, quell'infame del rocchetto ha visto bene di srotolarsi quasi tutto ('ccisua), in questo caso ci vuole pazienza, bisogna riarrotolare il rocchetto..
    A questo punto dare qualche giro di trapano in modo che il filo sottile cominci ad avvolgersi intorno a quello più spesso:



    Evviva, le operazioni preliminari sono terminate e si può cominciare il lavoro di avvolgimento del filo secondario intorno all'anima della clapton.
    Come si può fare? ci sono due possibilità. La prima è quella di stringere tra pollice ed indice il punto in cui i due fili si incontrano mentre il trapano gira:



    notare come le altre dita della mano possano essere usate per regolare la tensione del filo ed anche l'accostamento delle spire. Ci vuole un po di manualità..


    La seconda opzione non richiede alcuna manualità ed è anche più sicura: si usa la molletta da bucato "moddata". Basta stringerla intorno ai fili facendo attenzione che questi cadano dentro le scanalature apposite:



    Io consiglio questo secondo metodo, oltre che più salutare per la pelle delle dita consente anche di andare più veloci col trapano. Come si vede dalla foto seguente è sufficiente far girare il trapano per avere il clapton-wire:



    Una volta che la spirale di filo secondario ha coperto tutto il filo principale lo spezzone di clapton-wire è terminato e può essere usato per fare ad esempio una microcoil come vedete in questa foto:



    Ottenuto il numero di spire necessarie la nostra "nano clapton coil" è pronta:



    e può essere montata, ad esempio sul deck di un Kayfun Lite:



    La foto seguente mostra invece lo stato della nano-clapton dopo avere lavorato in un Taifun GT per un intero tank:



    OK, il lavoro è finito. Gia che c'ero ho nano-claptonizzato cinque atomizzatori. Posso fare prove per un'altra settimana:

    vale, ottavio1966, destyny and 6 others like this.

  2. #12
    Senior Member
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Località
    Volta Mantovana
    Messaggi
    816
    Mentioned
    70 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Gran bel lavoro e ottime foto. Le "recensioni/tutorial" fotografici li apprezzo sempre

  3. #13
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Messaggi
    1,987
    Mentioned
    392 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Grandissimo @[Solo gli utenti registrati possono vedere i link. ]!
    Quindi dicevi che queste sono coil per tiro di guancia... Bene, ma a quanti W le spari?

  4. #14
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    130
    Mentioned
    31 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Darioz Visualizza Messaggio
    Grandissimo @[Solo gli utenti registrati possono vedere i link. ]!
    Quindi dicevi che queste sono coil per tiro di guancia... Bene, ma a quanti W le spari?
    Uso gli stessi watt che applico alle microcoils normali. In qualche caso un watt in più. questo è il mio andazzo:

    Kayfun Lite: res da 1 -1.4 ohm, 12.5 - 13.5 watt
    Kayfun 4: res da 0.8-1,2 ohm 13-14 watt
    Squape (prima versione): res da 1.5-1.7 ohm, 13 watt (lo uso abitualmente su un Provari!)
    Squape R: res intorno ad 1 ohm, 14 watt
    Taifun GT: res intorno all'ohm e mezzo, 13-14 watt (anche questo su un provari mini)
    Taifun GTII: res da 0.8- 1 ohm, 14-15 watt
    Taifun GSL: res da 0.5-0.8 ohm 16 watt (splendore! ma lo preferisco in controllo di temperatura col titanio)
    Tilemahos V2 +: res intorno all'ohm, 14-15 watt
    Flash-e-vapor: res da 0.5 ohm, 16-18 watt
    Vapor Giant Kronos v1.5: res 0.5-0.7 ohm, 20-22 watt (questo atom però non è propriamente da tiro di guancia, è una via di mezzo)

    Come vedi siamo in un contesto da tiro di guancia piuttosto classico e nemmeno tanto spinto tanto è vero che entrano in campo anche due vecchi Provari.
    Le nano clapton possono tranquillamente essere tirate ad un wattaggio superiore anche di 2-3 watt (l'ho provato) ma il vapore si scalda un po e questo a me non piace molto anche perchè l'aroma comincia a risentirne.
    Per darti infine una indicazione sulla resistività del clapton-wire ti posso dire che, ad esempio, quello usato per fare la nano-clapton che vedi nella foto montata senza cotone sul deck del Kayfun Lite (0.25mm + 0.15 mm, 6 spire su tondino da 2mm) è venuta da 1.5 ohm, bastavano quindi 5 spire..
    Darioz likes this.

  5. #15
    l'endurista
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Località
    Agrigento
    Messaggi
    736
    Mentioned
    109 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    bel lavoro e belle foto
    [Solo gli utenti registrati possono vedere i link. ]

  6. #16
    Senior Member
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Località
    Genova
    Messaggi
    1,705
    Mentioned
    282 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    @[Solo gli utenti registrati possono vedere i link. ]

  7. #17
    Senior Member
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Messaggi
    3,716
    Mentioned
    489 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    @[Solo gli utenti registrati possono vedere i link. ] per una res intorno all'ohm (0.9-1) che fili hai usato e poi quanti giri e su che supporto? Grazie mille, bellissima guida

  8. #18
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    130
    Mentioned
    31 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da DOC190401 Visualizza Messaggio
    @[Solo gli utenti registrati possono vedere i link. ] per una res intorno all'ohm (0.9-1) che fili hai usato e poi quanti giri e su che supporto? Grazie mille, bellissima guida
    sai DOC mi è un po difficile rispondere con precisione.

    Il motivo principale è che questo filo come hai visto non è fatto da una macchina a controllo numerico. Risulta inevitabile una variazione della geometria delle spire del filo secondario perchè a mano è impossibile mantenere costanti regime di rotazione, tensione dei fili e loro orientazione. Il risultato è che la spirale esterna è "a passo variabile" in un certo senso. Alcuni tratti del filo ricevono spire tese e ben affiancate, altre sezioni invece spire un po spaziate o più lente o entrambe queste due cose. Il risultato? Se facciamo due coils prendendo filo da due spezzoni diversi anche se hanno stesso numero di spire possono avere resistenza totale che differisce. Non di moltissimo sia chiaro ma differisce. Questo è il principale aspetto negativo della procedura costruttiva che ho descritto. La resitività del clapton-wire non è costante lungo tutta la sua lunghezza. Non ti sarà sfuggito il fatto che tutti gli atomizzatori che ho scelto di "nano-claptonizzare" sono dei single-coil. Un dual-coil avrebbe creato problemi perchè fare due coils aventi lo stesso identico valore ohmmico è questione di #culoinfinito..

    Tutto cio premesso, anche se non precisa una indicazione di massima la posso pur dare: per avere circa un ohm puoi provare con 4 spire avvolte su supporto da 2 mm di clapton-wire 0.28 + 0.15 mm. Se hai spazio potresti passare anche ad un supporto da 2.5 mm di clapton-wire 0.30 mm + flat-wire, sempre 4 spire. Questa seconda combinazione ti reggerebbe tranquillamente anche i 30 watt se questi servissero al tuo scopo..

  9. #19
    Senior Member
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Messaggi
    3,716
    Mentioned
    489 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da gorac Visualizza Messaggio
    sai DOC mi è un po difficile rispondere con precisione.

    Il motivo principale è che questo filo come hai visto non è fatto da una macchina a controllo numerico. Risulta inevitabile una variazione della geometria delle spire del filo secondario perchè a mano è impossibile mantenere costanti regime di rotazione, tensione dei fili e loro orientazione. Il risultato è che la spirale esterna è "a passo variabile" in un certo senso. Alcuni tratti del filo ricevono spire tese e ben affiancate, altre sezioni invece spire un po spaziate o più lente o entrambe queste due cose. Il risultato? Se facciamo due coils prendendo filo da due spezzoni diversi anche se hanno stesso numero di spire possono avere resistenza totale che differisce. Non di moltissimo sia chiaro ma differisce. Questo è il principale aspetto negativo della procedura costruttiva che ho descritto. La resitività del clapton-wire non è costante lungo tutta la sua lunghezza. Non ti sarà sfuggito il fatto che tutti gli atomizzatori che ho scelto di "nano-claptonizzare" sono dei single-coil. Un dual-coil avrebbe creato problemi perchè fare due coils aventi lo stesso identico valore ohmmico è questione di #culoinfinito..

    Tutto cio premesso, anche se non precisa una indicazione di massima la posso pur dare: per avere circa un ohm puoi provare con 4 spire avvolte su supporto da 2 mm di clapton-wire 0.28 + 0.15 mm. Se hai spazio potresti passare anche ad un supporto da 2.5 mm di clapton-wire 0.30 mm + flat-wire, sempre 4 spire. Questa seconda combinazione ti reggerebbe tranquillamente anche i 30 watt se questi servissero al tuo scopo..
    Si sì, così va benissimo. Ho letto che hai provato parecchi fili per cui era per farmi un'idea di massima sul filo che più potrebbe fare al caso mio. Sei stato gentilissimo e molto esaustivo nella spiegazione. Grazie mille

  10. #20
    Senior Member
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Località
    Padova
    Messaggi
    225
    Mentioned
    23 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Davvero un gran bel lavoro..ci avevo provato anch'io tempo addietro come ha farro @[Solo gli utenti registrati possono vedere i link. ] con mesh..adesso mi avete fatto tornare la voglia di sperimentare.

    L'idea della molletta moddata è eccezzionale!!
    Le convinzioni sono nemiche della verità e più pericolose delle menzogne.

 

 
Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •