User Tag List

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 27
Like Tree36Likes

Discussione: Purificare aroma estratto dal tabacco già pronto.....

  1. #1
    Modder Modder
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,191
    Mentioned
    773 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Purificare aroma estratto dal tabacco già pronto.....

    E da molto tempo che non parlo più di tabacchi, ma in realtà la sperimentazione continua senza sosta.
    Ogni nuova "scoperta" apre nuovi scenari di applicazione ,
    in particolare il sistema E01 al quale sto lavorando da notevoli possibilità di applicazione.
    Proprio questo sistema E01 mi ha fatto sorgere una domanda ...

    È possibile purificare un aroma naturale estratto dal tabacco ,
    un aroma già pronto intendo ad esempio uno qualsiasi di quelli esistenti in commercio ?
    Cioè , si può agire in maniera proficua senza aver pianificato a monte dell'estrazione una strategia multilivello per purificare ..... ?

    Nelle ultime settimane ho lavorato molto su questo , e i risultati sono molto , molto interessanti .

    È indubbio che pianificare a monte la purificazione, ci da il vantaggio di poter procede per gradi e agire selettivamente su più livelli in maniera più comoda,
    ma una volta studiato l'aroma già pronto ,
    identificata la sua composizione, e capito quali sono gli elementi da rimuovere è possibile procedere in maniera tale da isolare e poi togliere gli elementi indesiderati, diciamo una specie di processo inverso.
    Quindi si è possibile operare su aromi già pronti , con ottimi risultati.
    Requisito fondamentale è però che si tratti di aromi 100% naturali ottenuti da tabacco e non mix di tabacco e sintetico per intenderci, è che il tabacco sia di buona qualità .


    Nella foto vediamo un aroma al tabacco di un produttore xxxxxxxxxx ,
    nello specifico si tratta di un latakia, ( tabacco particolarmente complicato e quindi ottimo banco di prova)
    Ho sottoposto il concentrato ( 10 ml circa) ad alcuni trattamenti di purificazione molto incisivi , è il risultato è stato più che positivo, direi al di sopra di ogni mia più rosea aspettativa

    Prima.... travaso in beuta pronto per essere avviato alla lavorazione


    Durante le fasi di pulizia,




    Aroma concentrato di latakia al termine dei passaggi di purificazione

    Ultima modifica di Carlomod; 12-05-17 alle 14:13

  2. #2
    Modder Modder
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,191
    Mentioned
    773 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Ecco pronti per la prova di svapo i due aromi trattati e purificati .
    Diluizione al 10 % base 50/50
    Il colore e la limpidezza appaiono molto migliorati, anche la fluidità dell'aroma risulta notevolmente migliorata soprattutto nel latakia, ma in misura sensibile anche nel Virginia.
    Le prove al microscopio sono state molto positive, sia con metodo tradizionale che con uva/b , che luminescenza.
    Ora non resta che la prova organolettica

    vale, destyny, Darioz and 4 others like this.

  3. #3
    Senior Member
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Località
    Genova
    Messaggi
    1,705
    Mentioned
    282 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    la prova di svapo...

    Carlo ho le lacrime agli occhi, potresti "cambiare la mia vita" e quella di tutti gli amanti degli organici anche se rimango dell'idea che la strada più semplice rimarrebbe una tua discesa in campo

  4. #4
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Messaggi
    3,711
    Mentioned
    487 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Che spettacolo,non capendo niente di ste cose resto meravigliato a vedere quelle foto
    Carlomod likes this.

  5. #5
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Messaggi
    1,922
    Mentioned
    252 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    io non mai più provato un tabacco organico come quello di Carlo......
    le mie papille son tristi
    Carlomod likes this.
    [Solo gli utenti registrati possono vedere i link. ]

  6. #6
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Messaggi
    4,271
    Mentioned
    456 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Non sarebbe possibile fare una lista per alcuni tuoi aromi ?

  7. #7
    Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Località
    piacenza
    Messaggi
    817
    Mentioned
    86 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Una tua foto di un latakia bianco la ricordo ancora. Credi che prima o poi vedremo in commercio qualcosa di simile ai tuoi liquidi?

  8. #8
    Modder Modder
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,191
    Mentioned
    773 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da vale Visualizza Messaggio
    Non sarebbe possibile fare una lista per alcuni tuoi aromi ?
    No in realtà faccio questa attività solo come hobby ,
    le quantità di aroma prodotto sono molto limitate ,
    essendo poi tutto gratuito , compreso le spedizioni, ho cercato nel tempo di accontentare quante più persone possibili, ma essendo le mie risorse limitate non è stato possibile più di tanto.

    - - - Aggiornato - - -

    Citazione Originariamente Scritto da trup Visualizza Messaggio
    Una tua foto di un latakia bianco la ricordo ancora. Credi che prima o poi vedremo in commercio qualcosa di simile ai tuoi liquidi?
    Si è possibile.
    Ora i produttori sono tanti , ricordo che un tempo era veramente difficile trovare qualche tabacco mentre adesso c'è una notevole offerta.
    Certo poi in questa vasta offerta c'è chi fa veri tabacchi e chi mix di tabacco e sintetico, così da potenziare il gusto e sporcare meno, e rendere più gradevoli tabacchi che al naturale potrebbero piacere a pochi, ma quella non è la via giusta secondo me.
    Anche il rapporto resa rendimento ha subito un notevole miglioramento nel tempo, e questa evoluzione probabilmente andrà ancora avanti.
    Le tecnologie per farlo ci sono.
    Però capisco i produttori che non vedono un buon business nella produzione di aromi al tabacco,
    poiché rispetto a ad un liquido sintetico che si trova già come materia prima pronto e con costi irrisori, con gli estratti si devono affrontare notevoli investimenti , con costi di produzione notevoli imparagonabili con un liquido sintetico.
    Quando prendiamo un sintetico buona parte del prezzo è guadagnoquando prendiamo un tabacco la parte di guadagno per il produttore è enormemente minore . Per alzare ancora il tiro il margine già limitato diminuirebbe ulteriormente e questo può rappresentare un freno
    trup likes this.

  9. #9
    Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Località
    Roma
    Messaggi
    486
    Mentioned
    70 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Ciao @[Solo gli utenti registrati possono vedere i link. ] anche io sto provando a purificare estratti di tabacco. Al momento sto usando degli estratti di tabacco da me prodotti usando variazioni di temperatura, che tradotto significa freezer/bagnomaria. Per valutare il risultato finale mi affido al mio naso , visto che per questi esperimenti uso un tabacco comune da pipa non aromatizzato e di bassa qualità. Ma dalle tue foto mi sembra di capire che tu usi un "solvente" e mi chiedo. Come fai a capire che il "solvente" che aggiungi sia tutto espulso una volta rimosse le scorie?
    Che solvente usi ( o che classe) ?
    La reazione "solvente/estratto" avviene a temperatura e pressione ambiente?
    Sappi che se non mi dai almeno qualche indizio spargero' in giro la voce che sei tifosissimo della Ternana e che nel 1987 hai seguito da fan tutto il tour in URSS di Toto Cutugno 😀😀😀.


    Inviato dal mio Nexus 6P utilizzando Tapatalk

  10. #10
    Modder Modder
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,191
    Mentioned
    773 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Ciao carissimo,
    no nelle foto che vedi ho sperimentato una modalità di purificazione su un aroma già pronto di un produttore in base pg
    Non c'è altro solvente .
    Qualora si utilizzino altri solventi , o meglio li chiamerei catalizzatori vanno usati prodotti con caratteristiche fisiche particolari, ovvero che siano "facilmente allontanabili dal solvente sfruttando la loro non miscelabilita, o il loro differente punto di evaporazione.
    Usare prodotti con la stessa polarità ti renderebbe pressoché impossibile separare selettivamente le due fasi, oltre che sarebbe inutile dal punto di vista tecnico, perché sarebbe come allungare il brodo
    Ultima modifica di Carlomod; 13-05-17 alle 13:56

 

 
Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •