User Tag List

Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 21 a 27 di 27
Like Tree36Likes

Discussione: Purificare aroma estratto dal tabacco già pronto.....

  1. #21
    Modder Modder
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,191
    Mentioned
    773 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da invinoveritas Visualizza Messaggio
    @[Solo gli utenti registrati possono vedere i link. ] dirò una bojata ma se uno riempie il serbatoio di quelle macchine per caffè tipo bar uso domestico con il PG e al posto della cialda ci mette appunto una cialda ripiena di tabacco, secondo te viene fuori un aroma pulito e decente?
    Ciao carissimo ,
    Guarda non hai detto affatto una bojata, ma una cosa sensata, unico neo sarebbe la temperatura un po' troppo elevata.
    Ma concettualmente ha dei fondamenti, (pressione e rapidità di contatto)
    Come dicevo prima per fare un'estrazione di livello "amatoriale" dove per amatoriale intendo dire un tipo di estrazione dove non si ha la possibilità tecnica e strumentale di operare una purificazione mirata , verificare quantità, entita , tipologia di residui e impurita , etc..la via più conveniente e' cercare di limitare direttamente in estrazione le sostanze non volute e ciò si traduce in pratica in una estrazione superficiale, e non profonda , e con uso di un solvente non particolarmente aggressivo.
    Ciò facendo abbiamo il "massimo" aroma con il minimo di impurita , forbice maggiore, (più e' incisiva l'estrazione è più sofisticata deve essere la procedura di pulizia.)

    Per evolvere un po' il tuo concetto ti do qualche dritta per affinare questo tipo di tecnica e di principio, che poi tecnicamente è una sorta di percolazione assistita, ( per via della notevole viscosità del nostro solvente)

    Invece di una cialda usa una siringa graduata grande almeno 60 ml con punta conica.

    Invece della macchina caffè, usa una pompa da vuota che raggiunga almeno 900 mb

    Usa poi una beuta codata da vuoto .

    Per garantire tenuta da vuoto tra beuta e siringa usa un tappo da laboratorio forato e calza con forza la punta della siringa( ovviamente senza ago) nel tappo ( da vuoto)

    Nella siringa inserisci abbondante cotone non trattato , sprimaccialo bene in modo che non abbia nodi è che risulti ben aperto e senza grumi o nodi ben vaporoso per capirci.

    Inseriscilo nella siringa e comprimilo molto bene con lo stantuffo della stessa siringa privato del gommino( altrimenti dopo averlo pressato ti ritornerebbe su)

    Vespa circa 5/6 ml di pg nella siringa e ricompattare nuovamente il cotone con forza ( ora intriso di pg riuscirai a creare un tampone molto compatto)

    Inserisci il tabacco nella siringa più o meno una 12 /15 grammi e pressi leggermente anche quello pressi leggermente anche quello.

    Versi circa 25 ml di pg ( magari lievemente tiepido 40 gradi max giusto per renderlo più fluido) e azioni pompa a vuoto .
    Ripeti più volte questo passaggio più volte .

    Questo è un sistema molto molto semplice,
    ma dato il contatto veloce tra solvente e deroga veloce si limita al minimo l'estrazione di resine e cere , e otterrai una soluzione già filtrata è pronta da usare.

    Ti metto qualche foto esplicativa




    Non voglio creare con questo aspettative, e specifico che non è il sistema estrattivo che utilizzo io, Ma come sistema " semplice" non da cattivi risultati .
    Ultima modifica di Carlomod; 13-05-17 alle 23:02
    invinoveritas likes this.

  2. #22
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Messaggi
    4,271
    Mentioned
    456 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    @[Solo gli utenti registrati possono vedere i link. ] come si può purificare un aroma con i pochi mezzi che abbiamo in casa (se si può) ?
    perché a me piace tanto il latakia ma mi sta passando la voglia a forza di rigenerare.

  3. #23
    Modder Modder
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,191
    Mentioned
    773 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da vale Visualizza Messaggio
    @[Solo gli utenti registrati possono vedere i link. ] come si può purificare un aroma con i pochi mezzi che abbiamo in casa (se si può) ?
    perché a me piace tanto il latakia ma mi sta passando la voglia a forza di rigenerare.
    Anche io adoro i latakia,
    credo sia il tabacco che ho estratto in maggior quantità e Quello che più di tutti mi ha fatto sudare per purificarlo in modo soddisfacente.
    Di dove sei ? Se passi da Roma ti do io un po' di latakia " purificato"
    Si si può purificare, ma la sola filtrazione non apporta vantaggi tangibili,
    mediamente almeno gli estratti commerciali che ho avuto modo di osservare non hanno residui solidi e tranne qualche raro caso sono limpidi .
    Un miglioramento si può ottenere con filtrazioni professionale, da brillantanti a filtrazioni sterilizzanti, ( che rimuovono molti contaminanti e abbattono la carica microbica ) però parliamo di filtri da 0.2 micron, sono filtri molto grandi, e usano elevate pressioni. Lavorano su quantità notevoli di liquido e mal si prestano a piccole quantità .
    Ultima modifica di Carlomod; 14-05-17 alle 19:57

  4. #24
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Messaggi
    4,271
    Mentioned
    456 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Carlomod Visualizza Messaggio
    Anche io adoro i latakia,
    credo sia il tabacco che ho estratto in maggior quantità e Quello che più di tutti mi ha fatto sudare per purificarlo in modo soddisfacente.
    Di dove sei ? Se passi da Roma ti do io un po' di latakia " purificato"
    Si si può purificare, ma la sola filtrazione non apporta vantaggi tangibili,
    mediamente almeno gli estratti commerciali che ho avuto modo di osservare non hanno residui solidi e tranne qualche raro caso sono limpidi .
    Un miglioramento si può ottenere con filtrazioni professionale, da brillantanti a filtrazioni sterilizzanti, ( che rimuovono molti contaminanti e abbattono la carica microbica ) però parliamo di filtri da 0.2 micron, sono filtri molto grandi, e usano elevate pressioni. Lavorano su quantità notevoli di liquido e mal si prestano a piccole quantità .
    Sono un po lontano ma se passo di li ti avverto, grazie.
    Comunque spero sempre che prima o poi farai una piccola produzione per il forum
    Carlomod likes this.

  5. #25
    Modder Modder
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,191
    Mentioned
    773 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Conclusioni
    Veniamo ora alla cosa più importante, la prova organolettica e durata della coil.
    Premessa ,
    Gli aromi Virginia e latakia sono stati diluiti entrambe in base 50/50 al 10 % di aromatizzazione.
    Gli aromi così composti sono stati svapati su kayfun 5 (un tank intero circa 4,5 ml ,) fino alla fine,
    resistenza nikelcrome resistivo 0.28 gauge ( 0,32 mm) ottenendo di 0,78 ohm , e svapati a circa 20 watt senza ct.
    sia il Virginia che il latakia sono stati sottoposti agli stessi passaggi di purificazione , ottenendo però nel Virginia un numero inferiore di scarti, ( questo era prevedibile dato la loro differente composizione.)

    Virginia,
    allo svapo il liquido ha una buona persistenza aromatica, il gusto risulta ben strutturato, ma senza eccessi.
    Ha conservato una buona complessità aromatica, per il mio gusto personale ha direi migliorato il bouquet perdendo in parte quelle note verdi ed erbacee che io non amo tanto è che sono tipiche del Virginia, rinforzando così la percezione di note più paglierine e amabili che a volte sono sopraffatte dalla componente "verde",
    Pur non essendo uno dei miei liquidi preferiti, devo dire che non è male per essere un Virginia, e questo probabilmente è anche frutto della buona scelta di tabacco in origine.
    La resa aromatica è risultata costante, crescente durante i primi ml, lievemente cangiante dal terso in poi man mano che la resistenza rodava. Dopo 4ml non si avverte necessità di cambio cotone , e lo svapo potrebbe proseguire con una nuova ricarica.
    Il liquido al termine della prova non ha subito cambio di colore e questo perché la resistenza risulta ancora in buone condizioni.
    Ho sfilato il cotone, è lavato lo stesso appena con acqua per vedere se nella zona sotto le spire c'era segno di stress termico e di residui non vaporizzabili (che in quella zona creano poi carbonizzazione e contaminazione del gusto.) Non risultano segni evidenti di stress e accumulo sotto il cotone , le spire anche sono in buone condizioni con accumuli decisamente bassi, e allo stato attuale ininfluenti sulla resa aromatica.
    Immagini dell'esito del test Virginia.

    Cotone lavato con acqua per verificare il suo stato.



    Latakia,
    Il latakia ha ottenuto ottimi risultati soprattutto calcolando che parliamo di un tabacco particolarmente ostico per le nostre coil.
    La quantità di residui eliminati durante la "purificazione " sono stati veramente notevoli e ciò mi lasciava ben sperare che questo si potesse tradurre un in miglioramento delle performance .
    Devo dire che effettivamente questo miglioramento c'è stato e anche di notevole entità .

    L'aroma e' ben presente, direi deciso e intenso, ha una buona complessità e spessore, nonostante la massiccia depurazione ha conservato il suo carattere , ora appare più "addomesticato" , più docile, ma più costante e fedele , direi più a fuoco.

    È ovvio che una purificazione incisiva e mirata ha un suo impatto sull'aroma,

    se posso fare un 'esempio è come ascoltare un buon impianto Hi FI, ad alto volume, pero con le finestre aperte e un gran rumore all'esterno, ......e all'esterno il rumore più passano i minuti e più aumenta.
    Globalmente quello che sentiamo e arriva alle nostre orecchie e qualche cosa di forte, decisamente forte, ma chiassoso, poco chiaro e più aumenta il rumore esterno e meno riusciamo ad apprezzare il nostro hi fi.
    Chiudiamo ora le finestre, sistemiamo bene il nostro equalizzatore, abbassiamo un po' il volume e godiamoci il nostro impianto e la nostra canzone.

    Questo è un po' ciò che accade purificando massicciamente un latakia, o almeno ciò che io ho avvertito.

    Torniamo alla prova, l'aroma risulta stabile e nei primi 4ml non ha subito cali o cambiamenti sostanziali, rimanendo ben godibile e ben strutturato.
    Non si percepisce un cambio di colore , indice di una coil ancora in buone condizioni.
    Le spire della resistenza sono ancora in buone condizioni, e anche la pigmentazione del cotone è a livello più che accettabile, in grado di proseguire ancora lo,svapo per altri ml.
    Foto del test latakia







    Che dire sono molto soddisfatto di questa prova, e il nuovo sistema E01 si sta rilevando un buon sistema, in grado , con qualche accorgimento, di poter essere adattato addirittura ad aromi già pronti come in questo esperimento.
    vale, Darioz, GUGHI and 2 others like this.

  6. #26
    Junior Member
    Data Registrazione
    Apr 2017
    Messaggi
    25
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Grande Carlo.
    Mai sentito (ne letto) nessuno di così professionale.
    Si denota la passione.
    Complimenti veramente.

    Inviato dal mio HUAWEI MLA-L11 utilizzando Tapatalk
    Carlomod likes this.

  7. #27
    Senior Member
    Data Registrazione
    May 2013
    Località
    PV
    Messaggi
    499
    Mentioned
    74 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Complimenti @[Solo gli utenti registrati possono vedere i link. ] per la passione che impegni in quello che fai, veramente complimenti!
    Carlomod likes this.

 

 
Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •